Cranio Suisse - Associazione Svizzera per la Terapia Craniosacrale

Formazione professionale

Indicazioni sulla formazione professionale
Dal 9 settembre 2015 la terapia craniosacrale è ufficialmente riconosciuta come metodo della terapia complementare!

Le informazioni dettagliate sulla professione, sulla procedura di equivalenza per il Certificato settoriale e sull’EPS possono essere consultate ai link al sito web dell’OmL TC. Prendono molto tempo in particolare le attestazioni delle ore di supervisione.

I terapisti che praticano da lungo tempo possono beneficiare di disposizioni transitorie che permettono loro di accedere più facilmente al Certificato settoriale e all'EPS. Queste disposizioni sono limitate nel tempo e che per la terapia craniosacrale scadranno l'8 settembre 2022.

Procedura di equivalenza per il Certificato settoriale:
Coloro che il 9 settembre 2015 erano già iscritti presso un ente di registrazione valido (RME, ASCA ecc.), possono compensare interamente il Tronc Commun.

Esame Professionale Superiore (EPS):
Coloro che praticano professionalmente la terapia craniosacrale dal 9.9.2010 nella misura di almeno il 30% o dal 9.9.2011 nella misura di almeno il 50%, non devono attestare la supervisione.
Su incarico dei suoi membri Cranio Suisse® si impegna da numerosi anni nell’ambito della formazione professionale. L’assemblea dei membri ha sempre approvato questo impegno nel programma annuale delle attività e nell’ambito del preventivo.

Come membro attivo dell’Organizzazione del mondo del Lavoro Terapia Complementare (OmL TC), Cranio Suisse® partecipa attivamente all’organizzazione della formazione professionale in Svizzera. Gli interessi dei membri di Cranio Suisse® vengono così direttamente rappresentati.

Il regolamento d’esame messo a punto dall’OmL TC per l’Esame Professionale Superiore è stato approvato il 9 settembre 2015 dalla Segreteria di Stato per la formazione, la ricerca e l'innovazione (SEFRI). La terapia craniosacrale figura ufficialmente in questo regolamento d’esame come metodo della terapia complementare.
Stampare